Violenza sessuale sulla spiaggia di Jesolo: fari puntati su uno straniero



Violenza sessuale sulla spiaggia di Jesolo: fari puntati su uno straniero

La vacanza a Jesolo trasformata in un incubo. Una serata divertente diventata all’improvviso un dramma. Il dolore, la paura, le lacrime. Il caso della 15enne friulana violentata sulla spiaggia di Jesolo assume contorni sempre più terribili.

La ragazza aveva avuto il permesso dai genitori di trascorrere qualche ora fuori con gli amici e di recarsi a un locale del centro. Ma lei, dopo essere stata avvicinata da uno straniero, l’ha seguito imprudentemente fuori, sull’arenile. E lì c’è stata la violenza, stando al racconto fatto alle forze dell’ordine. Il giovane aggressore straniero è poi fuggito, facendo perdere le sue tracce. Sono stati gli amici, a fine serata, a trovarla in lacrime e a chiamare i soccorsi.

Sul posto è intervenuta la polizia, che ha soccorso la ragazza, accompagnandola in ospedale. La Procura dei Minori ha aperto un fascicolo in base alla denuncia dei familiari della giovane. La ragazza ha raccontato di essere stata avvicinata dal suo aggressore quando si trovava nel locale in piazza Mazzini, il fulcro della vita notturna di Jesolo. Dopo averla convinta a seguirlo sulla spiaggia, per trascorrere del tempo in un ambiente più tranquillo, il giovane straniero avrebbe costretto la 15enne a un rapporto sessuale. La polizia indaga per identificare il colpevole e per fare chiarezza sulla vicenda-

fonte:www.secoloditalia.it