Autismo: i 10 segnali che non bisogna sottovalutare



E’ possibile accorgersi se il proprio bambino presenta tratti tipici della patologia semplicemente facendo attenzione ai suoi comportamenti e alle sue interazioni. Ecco cosa non bisogna mai sottovalutare

Le mamme devono avere sempre mille occhi. I figli sono difficili da comprendere ed interpretare, soprattutto durante i primi anni. L’infanzia delinea il carattere e la personalità dei futuri uomini e delle future donne. Non è facile capire nemmeno se alcuni tratti sono indice di una particolare personalità o sono conseguenza di alcune patologie.

Ecco quali sono i segnali che nessuna mamma dovrebbe mai sottovalutare:

  1. Il bambino non risponde se chiamato per nome: in genere i bambini si girano, alzano lo sguardo o rispondono quando venfono chiamati, ma quelli con problemi di autismo non rispondono in maniera immediata.
  2. Il bambino non ti guarda negli occhi: i bambini autistici non guardano mai negli occhi le persone con cui interagiscono.
  3. Il piccolo preferisce stare da solo: gli autistici prediligono la solitudine, il rapporto con gli altri provoca loro ansia.
  4. Ha comportamenti ripetitivi:In genere fanno sempre le stesse espressioni, muovono le mani, le braccia, i piedi…hanno dei tic e delle movenze particolari e ripetitive.
  5. Non comunica: preferisce i gesti alle parole.
  6. Linguaggio poco sviluppato: i bambini autistici usano poche parole, quindi non sanno comunicare benissimo.
  7. Indifferenza verso la mamma: non interagisce e non chiede abbracci o cose del genere.
  8. E’ facilmente irritabile: basta poco per far saltare i loro nervi.
  9. Si diverte di rado: non è facile stimolarli e farli divertire.
  10. Non sopporta il contatto fisico: evita di venire a contatto in ogni modo.