Elena Santarelli in lacrime a Verissimo: “Sto soffrendo, in casa siamo noi e il tumore”



Elena Santarelli ha raccontato in Tv poche ore fa la verità sulla malattia del suo bambino, Giacomo di 9 anni. L’attrice ha confessato a Verissimo, ai microfoni della Toffanin di aver completamente stravolto le sue abitudini quando ha saputo del tumore

Non è stato facile per Elena Santarelli accettare che il suo bambino fosse malato, non lo sarebbe per nessuna mamma. A Verissimo, la bella showgirl si confessa e racconta alla amica Silvia Toffanin tutta la verità su Giacomo e sul rapporto col marito. Elena ha raccontato:

“Il 30 novembre 2017 ci hanno dato la diagnosi all’inizio eravamo increduli. È la prova più difficile della mia vita. Non mi sono mai chiesta perché questa cosa sia successa proprio a me, l’ho accettata. Sto soffrendo ma mi rimbocco le maniche”.

Ora, alla luce di quello che sa, la sua vita è completamente cambiata. La sua quotidianità si è adatta alla malattia del bambino e alle sue esigenze, come si può ben compredenre:

“Ormai in casa siamo in sei io, Bernardo, Giacomo, Greta, il cagnolino Neve e il tumore. Che c’è e lo affrontiamo. È una battaglia che si può assolutamente vincere, ne sono convinta. Le cure di Giacomo non sono ancora terminate ma siamo tutti superpositivi perché stanno andando nel verso in cui dovrebbero andare. Molti definirebbero questa condizione una disgrazia, per me invece non lo è: è un’opportunità di fare questo passaggio della vita, a cui evidentemente eravamo destinati, e magari trarne anche dei benefici”.
Per fortuna, Elena può contare sul supporto del marito sempre presente, Bernardo Corradi. Elena mostra, anche parlando con Silvia, sempre un atteggiamento positivo e combattivo. Non si è mai arresa e lo fa proprio per Giacomo che ha bisgono di vedere allegria e volti sorridenti e positivi, come la stessa psicologa le ha detto. Elena, inoltre, racconta che ha pensato bene alla decisione di diffondere la notizia della malattia sui social. Sapeva che poteva essere controproducente, ma ha voluto che a dirlo fosse lei stessa e non un giornale:

“Sono ancora convinta che sia stata la scelta migliore, tralasciando lo sciacallaggio di alcuni siti che non mi ha fatto sicuramente bene, perché volevo dare un messaggio positivo. Avevano iniziato a chiamarmi alcune testate giornalistiche perché la notizia iniziava a girare e quindi prima o poi sarebbe uscita, così ho deciso di scriverla io con le mie parole, semplici e di getto.”

Tanto il sosgnegno ricevuto dagli utenti dei social che la incoraggiano ad andare avanti con la sua lotta contro il tumore di Giacomo.